CaramelloSalato.it
Ricette Primi

Zuppetta di tagliatelle di ortiche

Non è proprio la solita minestra… ma un’insolita zuppetta di tagliatelle di ortiche sminuzzate per creare un piatto delicato ed elegante!

Con questa ricettina ho partecipato alla sfida finale del contest di cucina organizzato dal Fight Eat Club e poi nel paniere altri due ingredienti con cui fare i conti… una buonissima mozzarella di bufala e dei rossissimi pomodori secchi…

Tre ingredienti e qualcos’altro da abbinare… le mie adorate vongole! Siii… gli Spaghetti alle vongole il mio piatto preferito! Ed è proprio dal ricordo e dal sapore del loro sughetto che è nata la mia ispirazione… era necessario per una porosa tagliatella che ci fosse un brodetto per dare morbidezza…

Ok! Preparerò una zuppetta di vongole, ma con la pasta, anzi con le tagliatelle spezzate… e la mozzarella? In due texture… come latte per addolcire il fondo di cottura dei molluschi e poi sopra grattugiata… in memoria di una ricotta salata. E poi con il pomodoro secco in crema… tante goccioline di colore!

Che dire… il piatto c’è! Buona sfida e vinca il migliore!

Zuppetta di tagliatelle di ortiche Non è proprio la solita minestra… ma un’insolita zuppetta di tagliatelle di ortiche sminuzzate per creare un piatto delicato ed elegante! Con questa ricettina ho partecipato alla sfida finale del contest di cucina organizzato dal Fight Eat Club e poi nel paniere altri due ingredienti con cui fare i conti… una buonissima mozzarella di bufala e dei rossissimi pomodori secchi… Tre ingredienti e qualcos’altro da abbinare… le mie adorate vongole! Siii… gli Spaghetti alle vongole il mio piatto preferito! Ed è proprio dal ricordo e dal sapore del loro sughetto che è nata la mia ispirazione… era necessario per una porosa tagliatella che ci fosse un brodetto per dare morbidezza… Ok! Preparerò una zuppetta di vongole, ma con la pasta, anzi con le tagliatelle spezzate… e la mozzarella? In due texture… come latte per addolcire il fondo di cottura dei molluschi e poi sopra grattugiata… in memoria di una ricotta salata. E poi con il pomodoro secco in crema… tante goccioline di colore! Che dire… il piatto c’è! Buona sfida e vinca il migliore! Stampa
Porzioni: 4 Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Nutrition facts: calories fat
Voto 5.0/5
( 1 voto/i )

INGREDIENTI

  • 240g di tagliatelle alle ortiche
  • 1kg di vongole
  • 1 spicchio d’aglio in camicia
  • 2 foglie di basilico
  • 4 cucchiai di olio evo
  • sale e pepe
  • 1/2 limone(scorza)
  • 80g di mozzarella di bufala

Per il latte di mozzarella

  • 320g di mozzarella di bufala
  • 280ml di acqua di governo

Per la crema di pomodori secchi

  • 50g di pomodori secchi
  • 4 cucchiai di olio
  • 1 foglia di basilico

Per decorare il piatto

  • latte di mozzarella
  • pepe nero
  • crema di pomodori secchi
  • mozzarella di bufala grattugiata
  • basilico fritto

ISTRUZIONI

  1. Abbattete la mozzarella (circa 80/100g) a -15 °C oppure tenetela circa 1h e mezza in freezer.
  2. Mettete a bagno le vongole in acqua e sale per circa 1h.
  3. Preparate la crema di pomodori secchi: frullate i pomodori, con l’olio e le foglie di basilico fino ad ottenere una crema densa ma morbida. Tenete da parte.
  4. Sminuzzate tagliatelle irregolarmente.
  5. Friggete le foglie di basilico: lavate le foglie sotto l’acqua corrente e asciugatele molto bene, friggete in olio di arachidi a 170° finché sono croccanti e traslucide, scolatele e asciugatele su carta assorbente.
  6. Preparate il latte di mozzarella: togliete le mozzarelle dall’acqua di governo e tagliatele a pezzettoni, mettere a scaldare l’acqua di governo a 85° (se non avete il termometro spegnete quando inizia a sobbollire), versate l’acqua sulla mozzarella e lavorate per farla filare, sistemate un colino a maglia fitta su un recipiente e versatevi le mozzarelle con il loro latte, strizzate il più possibile le mozzarelle per estrarre la maggior quantità possibile di latte ( con queste dosi otterrete circa 480ml di latte di mozzarella da suddividere nella mantecatura e poi nel piatto al momento di servire). Tenere da parte in un pentolino perché poi andrà scaldato.
  7. In una padella rosolate l’aglio in camicia con 4 cucchiai di olio evo, le foglie di basilico e il pepe. Unite le vongole e chiudete con un coperchio. Se necessario aiutatevi con l’acqua di cottura della pasta per agevolare l’apertura dei molluschi ed evitare di bruciacchiare il fondo. Quando saranno aperte, allontanatele dal fuoco e sgusciatele filtrando il liquido di cottura. Tenere da parte liquido e vongole separatamente.
  8. Cuocete le tagliatelle molto al dente (circa 4 minuti), tirare fuori la mozzarella dal freezer e iniziare a scaldare dolcemente il latte di mozzarella aggiungendo qualche vongola sgusciata e la scorzetta di limone grattugiata.
  9. Versate nella padella dove avete fatto aprire le vongole il liquido di cottura dei frutti di mare e portate a bollore, aggiungete le tagliatelle spezzate scolate molto al dente. Ultimatene la cottura aiutandovi con qualche mestolino di acqua di cottura della pasta e di latte di mozzarella. Aggiungete le vongole sgusciate, mantecate bene e spegnete.
  10. Impiattate: versate sul fondo del piatto, fino a coprirlo, il latte di mozzarella ben caldo e qualcuna delle vongole ammollate, poi distribuite al centro di ciascun piatto un mucchietto di pasta mantecata, spolverate con pepe nero, versate al centro e ai lati un po’ di brodo di mantecatura che per la presenza dell’olio formerà un grazioso effetto maculato. Guarnite qua e là con qualche goccia di crema di pomodori secchi, che smuovendo leggermente il piatto creeranno delle goccioline rosse in contrasto, quindi completate il piatto con la mozzarella di bufala grattugiata e con una foglia di basilico fritto.

Leggi anche

1 commento

Vera Morreale trionfa al Fight eat club | A tutta Mamma! 31 luglio 2018 at 11:02

[…] della nostra sfida, e con addosso tanta emozione, ho cucinato la mia zuppetta (qui la ricetta( https://www.caramellosalato.it/zuppetta-di-tagliatelle-alle-ortiche-con-vongole-latte-di-mozzarella-e… Un piatto non nasce per caso, ma nasce da un’idea che ti frulla nella testa, da […]

Rispondi

Lascia un commento