CaramelloSalato.it
Ricette Piatto unico

Frisella con fichi feta e miele

Voglia di una cena semplice e mediterranea? Presto fatto: una frisella pugliese con un condimento che profuma di Egeo!

Un sapore genuino per una tradizione antica: le friselle non sono altro che ciambelle biscottate cotte al forno a legna fino a diventare croccanti e che sanno di buon pane.

Di farina integrale, ai cereali, di grano arso o classiche di grano duro, possono essere condite come più vi piace a patto che prima sappiate sponzarle a dovere in acqua fredda, così da ammorbidirsi ed essere gustate al meglio!

Che la frisella si possa conzare in mille modi differenti, si sa già, ma in Puglia esiste una vera e propria letteratura… c’è a chi piace la frisa di sotto, che assorbe meno acqua e resta più croccante e a chi quella di sopra, più spugnosa che prende meglio il condimento; chi la ammolla completamente e chi la bagna sotto un getto di acqua fredda… chi preferisce quelle spesse chi quelle più sottili…

Il mio consiglio… se andate in vacanza in Puglia fatene incetta di tutti i tipi, perché sono strabuonissime!

Ma se volete prepararla a casa, come faccio io, che ne mangio in gran quantità, seguite queste semplici regole base: inzuppate la frisella in una bowl con acqua a temperatura ambiente, in modo da sponzarla in maniera omogenea e poi un filo d’olio evo sale e pepe nero. Infine conditela a piacere.

La ricetta classica prevede di condirla con pomodoro rosso e fresco tagliato a pezzetti, olio, sale e basilico fresco, ma io questa volta ho usato dei dolcissimi fichi freschi, feta e miele… ricordando una romantica taverna in riva al mare della Grecia!

Frisella con fichi feta e miele Voglia di una cena semplice e mediterranea? Presto fatto: una frisella pugliese con un condimento che profuma di Egeo! Un sapore genuino per una tradizione antica: le friselle non sono altro che ciambelle biscottate cotte al forno a legna fino a diventare croccanti e che sanno di buon pane. Di farina integrale, ai cereali, di grano arso o classiche di grano duro, possono essere condite come più vi piace a patto che prima sappiate sponzarle a dovere in acqua fredda, così da ammorbidirsi ed essere gustate al meglio! Che la frisella si possa conzare in mille modi differenti, si sa già, ma in Puglia esiste una vera e propria letteratura… c’è a chi piace la frisa di sotto, che assorbe meno acqua e resta più croccante e a chi quella di sopra, più spugnosa che prende meglio il condimento; chi la ammolla completamente e chi la bagna sotto un getto di acqua fredda… chi preferisce quelle spesse chi quelle più sottili… Il mio consiglio… se andate in vacanza in Puglia fatene incetta di tutti i tipi, perché sono strabuonissime! Ma se volete prepararla a casa, come faccio io, che ne mangio in gran quantità, seguite queste semplici regole base: inzuppate la frisella in una bowl con acqua a temperatura ambiente, in modo da sponzarla in maniera omogenea e poi un filo d’olio evo sale e pepe nero. Infine conditela a piacere. La ricetta classica prevede di condirla con pomodoro rosso e fresco tagliato a pezzetti, olio, sale e basilico fresco, ma io questa volta ho usato dei dolcissimi fichi freschi, feta e miele… ricordando una romantica taverna in riva al mare della Grecia! Stampa
Porzioni: 4 Tempo di preparazione:
Nutrition facts: calories fat
Voto 5.0/5
( 1 voto/i )

INGREDIENTI

  • 4 friselle
  • 4 fichi freschi
  • 80g di feta
  • miele di asfodelo qb
  • pepe nero e olio evo qb

ISTRUZIONI

  1. Ammollate le friselle in acqua temperatura ambiente. Per quanto tempo? Nè troppo, né poco, vi accorgerete della giusta consistenza se toccando la superficie risulterà ammorbidita mentre il fondo piuttosto secco.
  2. Fate un giro d’olio evo, sale e pepe nero, distribuitevi sopra i fichi tagliati a spicchi e la feta sbriciolata; ancora un filo d’olio e poi un paio di cucchiai di buon miele.
  3. Servitela sia come antipasto o per un aperitivo in terrazza, come piatto unico o ancora per una colazione che profuma d’estate!

Leggi anche

Lascia un commento