CaramelloSalato.it
Ricette Dolci & Dessert

Castagnole

Che Carnevale sarebbe a casa mia senza le castagnole! Prepararle è un rito, è un ritornare indietro nel tempo, è uno di quei momenti hyggelig in cui sto bene godendo nel fare una cosa semplice… nel rivivere uno di quei pomeriggi quando da bambina andavo a casa della mia nonna e insieme, mani in pasta, ci divertivamo ad appallottolare i miei dolcetti preferiti!

Non so descrivervi la maestria di quelle mani sicure e delicate che, con movimenti sapienti e precisi, davano vita a quell’impasto morbido e profumato, il mio preferito, e io le sarei rimasta accanto a guardarla per ore e ore, cercando di memorizzare ogni suo gesto, incollata al suo fianco mentre godevo nel vederla sorridere soddisfatta perché mi stava rendendo felice.

Lei lo sapeva, sapeva che le sue castagnole, fatte con amore, erano insuperabili e che quei golosissimi bocconcini di pasta fritta, fragranti, morbidi e ‘nzuccarati ci avrebbero legate per sempre! Ecco perché non riesco a farne a meno e ne vado matta ancora oggi. È per via del ricordo, che queste soffici palline dorate sono una ricettina di famiglia, una di quelle che ogni anno preparo con immensa gioia per le persone che amo perché… “non tutti possiamo fare grandi cose. Ma possiamo fare piccole cose con grande amore”.

Buon carnevale… made with love!

Castagnole

Castagnole Che Carnevale sarebbe a casa mia senza le castagnole! Prepararle è un rito, è un ritornare indietro nel tempo, è uno di quei momenti hyggelig in cui sto bene godendo nel fare una cosa semplice… nel rivivere uno di quei pomeriggi quando da bambina andavo a casa della mia nonna e insieme, mani in pasta, ci divertivamo ad appallottolare i miei dolcetti preferiti! Non so descrivervi la maestria di quelle mani sicure e delicate che, con movimenti sapienti e precisi, davano vita a quell’impasto morbido e profumato, il mio preferito, e io le sarei rimasta accanto a guardarla per ore e ore, cercando di memorizzare ogni suo gesto, incollata al suo fianco mentre godevo nel vederla sorridere soddisfatta perché mi stava rendendo felice. Lei lo sapeva, sapeva che le sue castagnole, fatte con amore, erano insuperabili e che quei golosissimi bocconcini di pasta fritta, fragranti, morbidi e ‘nzuccarati ci avrebbero legate per sempre! Ecco perché non riesco a farne a meno e ne vado matta ancora oggi. È per via del ricordo, che queste soffici palline dorate sono una ricettina di famiglia, una di quelle che ogni anno preparo con immensa gioia per le persone che amo perché… “non tutti possiamo fare grandi cose. Ma possiamo fare piccole cose con grande amore”. Buon carnevale… made with love!   Stampa
Porzioni: 6 Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Nutrition facts: calories fat
Voto 5.0/5
( 1 voto/i )

INGREDIENTI

  • 270g di farina 00
  • 40g di burro
  • 1+1/2 uovo taglia L
  • 50g di zucchero semolato
  • 1/2 bustina lievito per dolci (8g)
  • 1 cucchiaio di grappa
  • 1/2 scorza grattugiata di limone non trattato
  • 1/2 bacca di vaniglia o 1 bustina di vanillina
  • 1 pizzico di sale
  • olio di arachidi per friggere
  • zucchero semolato per decorare

ISTRUZIONI

  1. Mescolate nella bowl del KitchenAid gli ingredienti secchi: zucchero, semi di vaniglia, farina e lievito setacciati; aggiungete le uova e iniziate ad impastare, quindi unite il burro morbido, la scorza grattugiata del limone e la grappa e fate amalgamare bene; per ultimo unite il pizzico di sale. Trasferite l’impasto su un piano di lavoro leggermente infarinato e lavoratelo (aiutandovi con un tarocco se troppo morbido) fino ad ottenere un panetto liscio. Mettetelo in una ciotola, coprite con pellicola e lasciate riposare per circa 30 minuti (io l’ho fatto riposare in frigo una notte intera).
  2. Prendete il panetto e ricavate le castagnole: sul piano infarinato prelevate un po’ di impasto alla volta e formate dei filoncini di circa 2cm di diametro e da questi ricavate tanti pezzetti del peso di circa 10g ciascuno. Appallottolateli e in attesa di friggerli adagiateli su un telo leggermente infarinato.
  3. Scaldate l’olio in un wok a 170°, tuffatevi poche palline per volta e rigiratele continuamente fino a farle diventare dorate in maniera uniforme. Scolatele con una schiumarola su un foglio di carta assorbente e ancora abbastanza calde rotolatele in una ciotola piena di zucchero.
  4. Lasciatele raffreddare e gustatevi le vostre castagnole appena pronte!

 

 

Leggi anche

Lascia un commento